Archivi mensili: maggio 2005

Dolce tortura

Entrare nello spogliatoio della palestra dopo due massacranti ore di aerobica, essere illuminato dalla gloria dell’ingresso di un ragazzo di colore a torso nudo, stile brasileiro, e non poterlo ammirare come si deve…

Pubblicato in: Me, myself and I

Metti una sera in terrazza

Fra le innumerevoli sfighe della mia vita, ho la fortuna di avere una coppia di (cari) amici che abita in un appartamento con ampia terrazza, in pieno centro di Torino. Complici una rimpatriata, il barbeque e il caldo, ecco il … Continua a leggere

Pubblicato in: Me, myself and I

Ormai è chiaro

Si tratta di schizofrenia. Ricoveratelo (e toglietecelo dai coglioni). Grazie.

Pubblicato in: Me, myself and I

Se volete contribuire ad una causa onorevole…

Qui tutti i dettagli. Gil/ah, San Francisco! ;-P

Pubblicato in: Me, myself and I

Referendum, stato e religione

Un bell’articolo di Gustavo Zagrebelsky, su Repubblica.

Pubblicato in: Me, myself and I

OK, lo faccio

Forse influenzato da questo post di Matters, ma molto più probabilmente spinto dalla fame, indico il concorso “Diventa il mio uomo!” Non richiedo requisiti particolari, basta che non siate ultracinquantenni o intradiciottenni, preferibilmente di sinistra e torinesi o limitrofi, e … Continua a leggere

Pubblicato in: Me, myself and I

Vuoto pneumatico

Venerdì sera, facendo zapping dopo la fine di CSI, sono capitato su Stirpe Reale, culturalissimo programma condotto dal premio nobel Cristina Parodi, che quella sera trattava del cavallone inglese e regal caval… ehm, consorte. Oggi, su Canale5, il ‘meglio’ di … Continua a leggere

Pubblicato in: Me, myself and I

Indie blog?

Cercatelo da un’altra parte: qua solo mainstream-commerciale. Prendendo il testimone da restodelmondo: 1. Volume totale dei file musicali: 11,55 Gb (no, non li ho ascoltati tutti&#8230 su Ciccio (© Tupy), il mio PC 2. L’ultimo CD che ho comprato: Bleed … Continua a leggere

Pubblicato in: Me, myself and I

Proud to be me

Non mi succede spesso, per fortuna, ma a volte mi chiedo se alle persone che mi circondano sia mai capitato di far parte di una minoranza. Non una minoranza ‘visibile’, come gli afroamericani nel sud statunitense degli anni ’50 – … Continua a leggere

Pubblicato in: Me, myself and I

ELENAAAA!!!

Ieri sera cena dei trent’anni di Panda. La solita bocciofila popolata da personaggi inquietanti: la Signora Nadia, lo Sciatore, l’Amico di Internet (io), il Farmacista, Amorino, la Sarda, Mauvo… Un’amica del liceo, Stefania, che ogni trenta secondi, con acuti degni … Continua a leggere

Pubblicato in: Me, myself and I