I racconti di Nonno Floppy/1

Ormai nel secolo scorso, un amico di Nonno Floppy (da qui in poi NF) decise di comprarsi un modem interno, ovviamente analogico e con la fantastica velocità di 28.8 Kbps, corrispondente a poco più di 3KB/s. Visto che per l’amico si trattava della prima esperienza nel campo, richiese il supporto morale di NF, che ne sapeva quanto lui, se non di meno. Si iniziò con l’Apertura della Confezione, si procedette con l’Estrazione del Contenuto, e ci si cimentò con la Lettura del Manuale d’Installazione.
Il Manuale d’Installazione instillava il sacro terrore delle Scariche Elettrostatiche, entità maligne che avrebbero potuto distruggere il modem al solo tocco. Né NF né l’amico avevano ragione di dubitare del Manuale, perciò si tolsero le scarpe – la suola di gomma… – e toccarono tutti gli oggetti metallici a portata di mano, per esorcizzare appropriatamente le Scariche Elettrostatiche. Poi aprirono il computer – un Compaq Prolinea Net, un parente povero del più noto Compaq Presario -, individuarono lo slot ISA dove inserire il modem, lo scartarono, lo inserirono con delicatezza in sede – anche se sarebbe più opportuno dire che lo appoggiarono… – chiusero il tutto e accesero il computer, che gli fece una sonora pernacchia.
Costernati e perplessi, i due riaprirono l’aggeggio, tolsero il modem, lo riappoggiarono, richiusero il computer, lo riaccesero, e si presero di nuovo la sonora pernacchia.
Riaprirono il computer per la terza volta e studiarono con attenzione la conformazione delle sue budella, finché a NF venne il dubbio: iniziò a esercitare una pressione crescente sul modem, fino quasi prenderlo a calci, finché questo non si inserì sul serio nello slot ISA con un sonoro “clank!”. Sorridenti e soddisfatti, i due ripeterono la scena della chiusura e dell’accensione, certi stavolta del successo. E invece, terza sonora pernacchia.
I due si guardarono perplessi. Perché il modem non funzionava? Eppure le Scariche Elettrostatiche erano state scansate! Continuarono a guardarsi, finché a NF venne la Grande Illuminazione: ma non è che bisogna dire al computer che gli è stato aggiunto un pezzo? Così entrarono nel BIOS, luogo sinistro e inesplorato, dove con umiltà insufflarono lo Pneuma nel modem, che finalmente iniziò a funzionare (per quanto possa funzionare un modem analogico da 28.8 Kbps).

Categoria(e): Informaticcia, Me, myself and I

Un commento a I racconti di Nonno Floppy/1

    Oscaruzzo dice:

    …e vissero felici e (nei limiti concessi dalla tecnologia) contenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.