La mia prima (e ultima?) volta con Italo

Per tornare a Torino da una trasferta milanese i colleghi hanno deciso di prendere l’Italo delle 17:56 da Porta Garibaldi, e io mi sono accodato, anche perché ero abbastanza curioso di provarlo.
Il binario è stato annunciato una decina di minuti scarsi prima dell’arrivo, insieme al ritardo di 5 minuti. Il ritardo alla partenza è poi diventato di un quarto d’ora (presumo per dare la precedenza al Frecciarotta che partiva da Centrale alle 18.05, ma questo non deve riguardare il cliente, che paga un fottio per avere un ben preciso servizio). Al binario non c’era traccia degli addetti Italo, sul treno nessuno ha chiesto il biglietto. L’algoritmo di assegnazione dei posti fa schifo quanto quello di Trenitalia, il treno era mezzo vuoto, ma i passeggeri erano tutti ammassati. Le carrozze hanno un unico accesso, mi chiedo come vadano le cose a treno pieno. I sedili sono duretti, e rivestiti di (simil?)pelle liscia, io li ho trovati più scomodi di quelli del Frecciarotta, avevo la costante sensazione di scivolare in avanti. Dopo aver letto sul display la possibilità di usufruire di un servizio wi-fi gratuito, ho accesso il wi-fi sul telefono e aperto il browser: è necessario autenticarsi, peccato che la pagina non abbia una versione mobile e non sia neanche possibile ridimensionarla (ma sono scemi?). Dopo aver compilato il form e inviato i dati mi è comparso un simpatico error 500. Sono tornato indietro e mi sono accorto di non aver esplorato una parte della gigantesca pagina irridimensionabile, dove viene chiesto indirizzo e-mail e numero di biglietto, che avevo solo su SMS, quindi avrei dovuto chiudere browser, accedere agli SMS e riaprire il browser. Vabbeh ciao.
Boh.

Categoria(e): Scazzi quotidiani, Trasferta Meneghina

2 commenti a La mia prima (e ultima?) volta con Italo

  1. Garibaldi ha pregi e difetti, il pregio è che è al centro di un HUB di collegamenti notevole, fra la metro verde, la lilla che arriverà tra poco, il passante che gira mezza Milano (compreso Rho Fiera) e tutte le linee verso Nord ti permette di andare facilmente ovunque.
    Il difetto è che è un nodo intasato, dove i ritardi si prendono a mazzi.

  2. “Sul mio computer funziona”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *